Nove funzionalità fondamentali dell'automazione low-code da valutare

Michelle Gardner, Senior Content Strategist
August 13, 2021

Le piattaforme di automazione low-code permettono alle aziende di automatizzare le applicazioni e i workflow in breve tempo. Gli strumenti low-code di base consentono di creare applicazioni che aiutano gli utenti a svolgere le attività più semplici. Tuttavia, il low-code offre molto di più rispetto alla possibilità di rendere disponibili le app in modo rapido.

Le piattaforme di automazione low-code più avanzate offrono potenti funzionalità di automazione dei processi aziendali. Offrono funzionalità di automazione intelligenti come i bot RPA per automatizzare le attività, sistemi di Intelligent Business Process Management (IBPMS) per automatizzare i processi, l'IA per i processi decisionali cognitivi, regole aziendali per definire logiche complesse, Case Management e gestione delle eccezioni, e integrazione dei dati per collegare le fonti di dati.

La nuova Guida 2021 all'acquisto dell'automazione low-code analizza le diverse piattaforme di automazione low-code, ciò che gli acquirenti devono chiedere, gli aspetti da considerare e i criteri di valutazione. Inoltre, illustra le nove funzionalità importanti dell'automazione low-code da cercare in una piattaforma:

 

1. Funzionalità complete di automazione

Una piattaforma di automazione low-code robusta aiuta a creare e automatizzare i workflow in modo rapido, riunendo persone, tecnologia e dati in un unico posto. Per sfruttare al massimo le potenzialità del low-code sono necessarie funzionalità di automazione intelligenti in grado di combinare e potenziare le risorse e il lavoro dei dipendenti. Ecco che cosa cercare:

  • Robotic Process Automation (RPA): i bot svolgono attività ripetibili e di routine, consentendo al personale di dedicarsi a lavori più importanti. Inoltre, l'RPA può aiutare a collegare i vecchi sistemi senza API.
  • Intelligenza artificiale (IA): l'IA può prendere semplici decisioni cognitive, suggerire i passi successivi e garantire che le regole e la logica aziendali vengano seguite. L'IA si rivela utile in numerosi contesti. Ad esempio nell'implementazione dell'elaborazione intelligente dei documenti per classificare i documenti ed estrarne i dati in modo automatico oppure nella trasformazione di informazioni non strutturate in dati strutturati.
  • Business Process Management/workflow: il workflow costituisce il cardine dell'automazione. Coordina la Robotic Process Automation, l'IA, i sistemi e le persone in un processo coerente, assicurandone l'avanzamento dall'inizio alla fine senza intoppi.
  • Regole decisionali: interfacce semplici permettono agli sviluppatori di aggiungere regole aziendali complesse a qualsiasi workflow senza ricorrere alla programmazione.
  • Case Management: gestisci le eccezioni e i workflow ad hoc in un unico posto per una maggiore visibilità e una migliore collaborazione, accelerando il processo di risoluzione. 

 

2. Dati low-code

Per fornire valore, i dati devono essere accessibili e sincronizzati in tutta l'organizzazione. Una piattaforma di automazione low-code solida dovrebbe consentire di accedere ai dati e incorporarli da qualsiasi fonte senza costose migrazioni o programmazione di database. Dovrebbe disporre di connettori predefiniti per i principali sistemi aziendali come Salesforce, SAP, AWS e altri.

 

3. Sicurezza

Le funzionalità di automazione low-code dovrebbero includere funzionalità di sicurezza che controllano in modo automatico le applicazioni in esecuzione. Ciò semplifica il lavoro del reparto IT e permette di avere una piattaforma sempre aggiornata in termini di sicurezza.

 

4. Integrazione

Le applicazioni integrate offrono più valore collegando nuove funzionalità a soluzioni esistenti e sistemi legacy. Per avere la certezza che le tue applicazioni low-code si adattino perfettamente all'architettura esistente, cerca una piattaforma estendibile che permetta una crescita futura.

 

5. Governance e compliance dei dati

Se sulla tua piattaforma low-code sono presenti più applicazioni distribuite tra vari utenti e ruoli, cerca delle funzionalità che consentano al reparto IT di mantenere il controllo e verifica che siano state definite delle regole. 

 

6. Esperienza dell'utente

La piattaforma scelta deve stupire l'utente finale e deve avere due caratteristiche: facilità d'uso e un design incentrato sull'utente. La prima elimina le difficoltà tecniche dal processo di progettazione. Le piattaforme migliori sono quelle più intuitive, che consentono agli utenti di progettare rapidamente i processi come diagrammi di flusso. La seconda permette di creare interfacce con un elevato grado di usabilità, che soddisfano le esigenze dell'utente finale. Grazie alla possibilità di creare prototipi in modo rapido sarà possibile ottenere subito un feedback dagli utenti e riprodurre soluzioni durante lo sviluppo.

 

7. Mobile

La piattaforma dovrebbe includere standard di funzionalità multipiattaforma in grado di supportare le funzionalità specifiche e i modelli di utilizzo di dispositivi iOS, Android e Blackberry. La distribuzione delle applicazioni su dispositivi mobili non dovrebbe richiedere sviluppo, manutenzione o aggiornamento separati.

 

8. Piattaforma aperta

La piattaforma scelta dovrebbe essere sviluppata usando standard aperti per consentire l'accesso ad applicazioni di terze parti. In questo modo potrai sfruttare gli investimenti precedenti e affidarti a fornitori terzi, se necessario.

 

9. DevOps

Sviluppare velocemente è fantastico, ma le applicazioni iniziano a fornire un valore reale solo quando iniziano ad essere usate dagli utenti. Il ciclo di vita del software prevede lo sviluppo, la verifica, la distribuzione e il monitoraggio per lanciare applicazioni di alta qualità in modo rapido. La tua piattaforma di automazione low-code dovrebbe offrire un'esperienza DevOps integrata veloce e fluida all'interno del processo di sviluppo.

L'automazione low-code può trasformare il tuo business digitale. Scopri di più sulle funzionalità avanzate da considerare e cosa chiedere al momento di valutare le piattaforme con la Guida 2021 all'acquisto dell'automazione low-code.