No, l'automazione non ucciderà le banche, ma cambierà il mondo dei servizi finanziari, parte 1

Roland Alston, Thought Leadership Program Leader
February 4, 2021

Viviamo in un mondo in cui l'automazione della tecnofinanza sta costringendo le banche tradizionali a muoversi più velocemente e a fornire esperienze del cliente migliori. Questo nuovo mondo richiede un modello aziendale completamente diverso rispetto alle istituzioni finanziarie tradizionali.

"La prima volta che ho incontrato la tecnofinanza", dice l'esperto di tecnofinanza e autore di best-seller Chris Skinner, "è stato oltre dieci anni fa in una riunione a Londra, durante la quale è stata presentata l'idea di lanciare un business definito 'un eBay per il denaro'".

"La loro idea", ha detto Skinner, "era che si poteva mettere insieme persone che hanno soldi e persone che hanno bisogno di soldi attraverso una piattaforma e un algoritmo".

Negli ultimi quindici anni, questo modello di business peer-to-peer ha offerto ottimi risultati nel Regno Unito e altrove. Nel suo saggio provocatorio: HYPERAUTOMATION, una raccolta di saggi di esperti sullo sviluppo del low-code e sul futuro dell'automazione aziendale pubblicata di recente, Skinner osserva che il 36% di tutti i nuovi prestiti personali sono stati originati da società di tecnofinanza negli Stati Uniti nel 2017, secondo Bloomberg, rispetto ad appena l'1% nel 2010.

L'integrazione di finanza e tecnologia

Questo è un cambiamento degno di nota e il motivo per cui l'integrazione di finanza e automazione oggi è un mercato così interessante. Secondo KPMG, i 111,8 miliardi di dollari che sono stati investiti in società di tecnofinanza a livello globale nel 2018 sono oltre il doppio rispetto all'anno precedente.

In breve, Skinner sostiene che se lavori nel settore bancario, o in qualsiasi altra attività, che non fornisce un accesso coerente a un'esperienza del cliente digitale, non-stop e in tempo reale, sei irrilevante.

Con la crisi COVID-19, dice Skinner, ci sono state due categorie di aziende che hanno risposto alla sfida. Quelle che dipendevano dalle connessioni fisiche (comprese le compagnie aeree, i rivenditori, i teatri e aziende simili) sono state costrette a chiudere. Fondamentalmente non potevano fare affari fino a quando le persone avrebbero potuto riunirsi in modo sicuro. Ma le organizzazioni con modelli aziendali basati sulla connettività digitale (imprese di logistica e consegna, negozi e rivenditori online, servizi di streaming online e il resto) hanno prosperato durante la pandemia.

Allo stesso modo, nei servizi finanziari ci sono stati due gruppi di aziende: le banche che erano pronte per la crisi e quelle che non lo erano.

Le banche hanno bisogno di un cambio di modello aziendale

Infografica di gennaio

Si stanno facendo investimenti massicci in tutto, dai pagamenti e prestiti peer-to-peer all'IA, alle criptovalute e alla tecnologia blockchain e distributed ledger. Ma non fatevi ingannare. La tecnologia non è alla ricerca di una soluzione. La questione è come la sorprendente evoluzione della tecnologia digitale ha sconvolto il modello aziendale delle banche tradizionali.

"Il modello aziendale delle banche", dice Skinner, "è progettato per la distribuzione fisica della carta in una rete localizzata attraverso edifici e persone. È necessario sostituire questa struttura perché ciò con cui abbiamo a che fare oggi è la distribuzione digitale dei dati attraverso software e server su una rete globale", dice Skinner.

Skinner sostiene anche che si tratta di un modello aziendale radicalmente diverso per qualsiasi azienda, e che ora è particolarmente rilevante per i servizi finanziari a causa dell'aumento dell'Open Banking: un modo sicuro per offrire ai fornitori l'accesso alle informazioni finanziarie. Il commento di Skinner rivela anche come stiamo vivendo in un mondo in cui la tecnofinanza permette alle banche di fare quello che hanno sempre fatto, ma in modo più economico, veloce e migliore grazie alla tecnologia.

Se le banche lo capiscono, dice Skinner, allora diventeranno partner e collaboreranno, investiranno e faranno da mentore a queste migliaia di nuove aziende di tecnofinanza. Questo è il motivo per cui le aziende stanno ottenendo miliardi di dollari di investimenti dalle banche per essere parte del loro mercato, parte della loro comunità. Il che, a sua volta, permette alle banche di offrire funzionalità di tecnofinanza ai propri clienti.

7 chiavi per adattarsi a un mondo digitale

C'è una rivoluzione digitale che va ben oltre il semplice cambiamento del funzionamento delle banche. Sta cambiando a tutti gli effetti il gioco dei servizi finanziari:

  1. Tempo reale: La tecnologia ci permette di finanziare, risparmiare, spendere, investire, realizzare transazioni, ottenere prestiti e altro ancora in tempi adeguati ai clienti, non attraverso prodotti offerti dalle istituzioni.
  2. In qualsiasi momento, ovunque: Le barriere di accesso saranno viste come una ragione per passare a un altro fornitore.
  3. Trasparente: I consumatori digitali non vogliono pensare al denaro e alle banche. Vogliono che sia parte del loro stile di vita in un modo naturale.
  4. Personalizzato: Quando nel mondo finanziario succedono cose che i consumatori digitali dovrebbero sapere, vogliono che gli vengano dette personalmente o attraverso il loro dispositivo.
  5. Predittivo: Con l'estrazione profonda dei dati dello stile di vita finanziario, le banche saranno in grado di prevedere le esigenze dello stile di vita finanziario dei clienti digitali.
  6. Per tutti: Tutti dovrebbero avere diritto ad inviare denaro liberamente, in modo economico e facile a chiunque altro.
  7. Raggiungere l'irraggiungibile: Basandosi sull'ultimo punto, il nuovo mondo della finanza può raggiungere una porzione di consumatori precedentemente trascurata.

Una rivoluzione dell'umanità

Questo, dice Skinner, è il motivo del cambiamento radicale nel nostro mondo nell'ultimo decennio e ci sono molti sviluppi della finanza non tradizionale che stanno creando società inclusive e nuovi modelli di finanza per il futuro.

Contrariamente a quanto dicono gli scettici, Skinner chiarisce che stiamo vivendo una rivoluzione dell'umanità attraverso la digitalizzazione con la tecnologia. Delinea come si tratti di un cambiamento fondamentale nel modo di pensare, commerciare, realizzare transazioni, parlare, costruire relazioni e costruire strutture. Tutto ciò richiede un modello aziendale delle istituzioni finanziarie completamente diverso.

"Devono muoversi più velocemente rispetto al passato", dice Skinner. "Devono essere più agili e poter cambiare in un attimo. Devono adattarsi costantemente a una rivoluzione in corso."

È molto difficile per le istituzioni tradizionali fare questi cambiamenti, specialmente se i loro leader non li capiscono e i loro sistemi IT non li supportano", dice Skinner.

Il saggio di Skinner, HYPERAUTOMATION, è una lettura obbligata per chiunque voglia sapere come il mondo delle banche stia cambiando in risposta all'automazione della tecnofinanza e alle forze del cambiamento.

Guardate questo spazio per la puntata finale di questo stimolante post diviso in due parti.